Non sono stati anni di austerità
Proteste contro l’austerità. Ma in Italia il bilancio pubblico è sempre stato in disavanzo

Non sono stati anni
di austerità

Gli anni Dieci del nuovo secolo che si sono chiusi nei giorni scorsi saranno ricordati dai più come il decennio dell’austerità. Ma se guardiamo i dati, non è stato così. Semmai, andrebbe riportato negli annali come il periodo del recupero dalla grande crisi, esplosa alla fine del decennio precedente e culminata con la seconda recessione del 2012. Oggi il Pil nazionale è leggermente superiore a quello dell’inizio del 2010, benché di un risicatissimo punto percentuale.

L’occupazione, in crescita costante dal 2013, ha raggiunto i 23 milioni e mezzo di unità e la disoccupazione è tornata sotto il 10%: un dato ancora preoccupante ma comunque ampiamente migliore del 13% del 2014. Se questi sono i tratti principali dell’andamento del decennio, due sono i temi che dobbiamo approfondire: la dinamica del deficit e del debito pubblico e la divaricazione territoriale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA