Regno Unito più isolato non solo per il Covid

Regno Unito più isolato
non solo per il Covid

Più dei regolamenti commerciali di cui si discute da anni o dei diritti sulle aree di pesca, arriva l’emergenza sanitaria a mostrarci quanto il Regno Unito sia già considerato un’entità diversa dall’Europa continentale e comunitaria. Sono state le autorità inglesi, per primo il premier Boris Johnson, a lanciare l’allarme. Ma appena si sono avute notizie sulla nuova e perniciosa mutazione del Covid 19 (diventato non più letale ma più veloce nel diffondersi, «fino al 70%» come ha detto lo stesso Johnson) che sta colpendo il Sud-Est dell’Inghilterra, li altri Paesi sono stati velocissimi nel tagliare i collegamenti con Londra e dintorni. Persino l’Italia, che decide sempre a fatica, ha risolto ogni dubbio in poche ore: stop fino al 6 gennaio ai voli per il Regno Unito, tampone per chi è arrivato o è in arrivo in Italia da quelle latitudini. Più veloci di noi (l’altroieri) olandesi, belgi e danesi, i cui territori erano stati già infiltrati dalla variante inglese del virus, e poi tedeschi e francesi.

La politica non c’entra, è una pura questione di strategie di contenimento dell’epidemia? Chissà… Sarà un caso ma gli Usa, che stanno cercando di prendere sotto la propria ala il Regno Unito che abbandona l’Europa, non hanno deciso nulla di simile. Da Londra a New York si vola e si continuerà a volare. E diventa inevitabile chiedersi, per converso: i Paesi europei avrebbero chiuso con la stessa fretta se la nuova manifestazione del virus fosse stata, invece che inglese, tedesca o spagnola? Non dovrebbe, ovvio. Ma la politica c’entra eccome con la pandemia. Per fare solo un altro esempio. L’Ucraina non vuole usare il vaccino russo Sputnik V non perché non funzioni ma perché è russo, viene cioè da un Paese considerato ostile. E lo stesso presidente ucraino Zelensky ha detto che sarà dura spiegare questa decisione ai connazionali, visto che bisogna attendere per altre settimane un vaccino diverso, e intanto la gente muore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA