Tempo, il valore e l’alleanza

Tempo, il valore
e l’alleanza

Il tempo non esiste, ma la vita è una sola. Per la fisica teorica, che studia le strutture generali del mondo, il tempo non esiste come grandezza fisica in sé. Infatti non è separabile dalla percezione che abbiamo della nostra esistenza personale. Senza di noi il tempo non esiste e il suo passaggio appare inesorabile. Quotidianamente sperimentiamo che le nostre azioni sono decisive, perché le scelte che prendiamo, anche quelle che rinviamo, lasciano un segno indelebile nella nostra storia. Talvolta alcune decisioni appaiono reversibili; eppure non si ripropongono mai allo stesso modo e alle stesse condizioni.

Nella consapevolezza che la vita è una sola la meditazione sul tempo può ingenerare tristezza e malinconia. Pascal osservava che siamo freneticamente alla ricerca di occasioni di divertimento, di distrazioni che ci sollevino dall’angustia di riflettere sul consumarsi di quel tempo che rende la vita di ciascuno di noi unica. Anche il carpe diem, l’affrettarsi a godere del momento che passa e poi «sarà quel che sarà», può essere uno stratagemma per alleviare la preoccupazione di un passato che dilegua e di un futuro che non si può tenere in pugno. La morte ci accompagna ben prima del termine della vita, come esperienza dell’essere sottratti a noi stessi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA