Il paese di Albano col fiato sospeso
Il 17enne è ancora grave, ma migliora

Restano gravi le condizioni del 17enne di Albano Sant’Alessandro intubato nel reparto di Terapia intensiva Covid al Policlinico di Milano, uno dei centri lombardi individuati dalla Regione per l’accoglienza dei casi gravi positivi al coronavirus.

Il paese di Albano col fiato sospeso Il 17enne è ancora grave, ma migliora
Alcuni giovani di fronte alla chiesa di Albano Sant’Alessandro
(Foto di Bedolis)

In queste ore il ragazzo è sotto stretto monitoraggio del personale medico. Rimane in pericolo di vita se pur stazionario. È stato sottoposto a una Tac e il quadro clinico è ancora piuttosto critico.
Ad Albano però c’è chi spera. E si aggrappa a ogni minimo segnale positivo. A partire naturalmente dai famigliari che si trovano in isolamento così come quanti sono venuti in contatto con il giovane nei giorni scorsi. «Nelle ultime ore nostro figlio ha iniziato a rispondere alle cure ed è in netto miglioramento - racconta il papà, 57 anni originario di Rovetta - . Oggi abbiamo speranze, la strada intrapresa è quella giusta -. Ci hanno detto che sta rispondendo alle cure, anche se non è ancora fuori pericolo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA