Sos dagli Amici di Samuel: «Cerchiamo volontari»

Pedrengo L’associazione, guidata da Stefano Pelliccioli, padre del giovane, sostiene le famiglie con vittime di traumi cranici e gravi lesioni cerebrali.

Sos dagli Amici di Samuel: «Cerchiamo volontari»
Da sinistra Stefano Pelliccioli con il figlio Samuel. Il padre ha lanciato un appello: «L’associazione ha bisogno di nuovi volontari»

Dalla storia di Samuel un appello per sostenere l’associazione che porta il suo nome e tutte le famiglie con vittime di traumi cranici e di gravi cerebrolesioni . L’associazione «Amici di Samuel» di Pedrengo cerca infatti alcuni volontari per portare avanti il grande lavoro fatto fin ora da tutto il direttivo e, in modo particolare, dall’anima e presidente del gruppo, il padre di Samuel: Stefano Pelliccioli . Una delle pagine solidali più belle di tutto l’hinterland nasce infatti da un drammatico episodio che, nel febbraio 1996, sconvolse la vita della famiglia Pelliccioli, con Samuel, al tempo 22enne, che venne coinvolto in un gravissimo incidente in moto. La rovinosa caduta gli provocò devastanti lesioni al cervello che lo portarono a guardare da vicino la morte. La speranza, la fede, l’amore e la volontà del padre Stefano, affiancato dagli amici del figlio e da medici e specialisti, segnarono fin dall’inizio il cammino di questo giovane uomo che dal coma vegetale, un passo dopo l’altro, è ritornato pian piano alla vita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA