Atalanta, gol fatti e subiti e la classifica Ecco l’analisi con tutti i «perché»

Atalanta, gol fatti e subiti e la classifica
Ecco l’analisi con tutti i «perché»

Match analysis: Gianluca Besana spiega il rapporto tra punti fatti e mole di gioco prodotta, in particolare in attacco.

L’Atalanta con 15 punti realizzati in 11 giornate, rappresenta sicuramente un’anomalia nel panorama della Serie A. La squadra orobica possiede il quinto miglior attacco e la sesta miglior difesa, ma nonostante questo occupa l’undicesima posizione in classifica.

Nelle prime undici giornate i nerazzurri hanno prodotto 19,58 XG (terzo miglior attacco della serie A) realizzando 19 reti (performando correttamente) e hanno concesso alle avversarie 13,3 XG (ottava difesa) subendo in realtà 13 reti (anche questo dato performa correttamente). Ma allora a cosa è dovuta l’undicesima posizione? Una delle cause è sicuramente dovuta alla «cattiva» distribuzione delle reti. Infatti la squadra orobica ha alternato partite straripanti dal punto di vista offensivo, a partite complicate, dove ad una corretta produzione offensiva è mancato il gol. Inoltre ha giocato in trasferta contro 2 cosiddette “big” del campionato (Roma e Milan), segnando 5 reti che hanno fruttato però solo due pareggi.

BesanaGianluca
Gianluca Besana

Classe 1970, appassionato di sport in generale, di calcio in particolare. Affascinato da sempre dalle statistiche legate allo sport. Allenatore di basket FIP e Match & Data Analyst di calcio. Mi sono formato ad un corso organizzato da Gianvito Piglionica (Team Analyst Fifa & Uefa). Collaboro con L’Eco di Bergamo da due anni. Nutro una stima smisurata per Marcelo «el loco» Bielsa, del quale mi piace ricordare sempre una frase : «Per me, la fiducia è sinonimo di relax. Io preferisco la paura, perché ti costringe a stare sull’attenti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA