Atalanta, non c’è tempo per rilassarsi A Pescara novità nella formazione

Atalanta, non c’è tempo per rilassarsi
A Pescara novità nella formazione

Non c’è tempo per gioire o rilassarsi, è già tempo di un altro impegno per l’Atalanta, attesa dalla sfida di Pescara in serata mercoledì 26 ottobre. Per il tecnico Gian Piero Gasperini sarà un’altra sfida particolare: da ex Inter con il dente avvelenato ad ex biancoceleste nella seconda metà degli anni 80.

«Il Pescara sta mettendo in difficoltà tutti, con gli stessi concetti di gioco dello scorso anno - ha affermato Gasperini in sala stampa -. La categoria la sta pagando un po’, ma dovremo stare attenti, sono partite trappola, quando ci si aspetta che siano partite facili si trovano sempre più difficoltà. Da capitano di quel Pescara ci fu con Maradona uno scontro importante, lo colpì involontariamente con la mano e gli si aprì il labbro, ebbi due giorni di pressione poi la cosa passò. Sono legatissimo a questa città, eravamo il simbolo dell’Abruzzo: troverò tanti amici che vedrò volentieri dopo la partita».

Magic moment in casa Atalanta dopo la splendida vittoria con l’Inter e il filotto di 10 punti in 4 match: in terra d’Abruzzo la formazione nerazzurra può continuare a volare. «Non sottovalutiamo nessuno, ci sono difficoltà con tutti, non solo con le grandi: siamo in un momento molto positivo, dobbiamo sfruttare al meglio questa situazione. L’unica difficoltà è quella di giocare dopo tre giorni senza troppo tempo per preparare la gara. Lo sforzo di una partita come quella di domenica può farsi sentire, ma il morale è alto e aiuta a sopperire a tutto quanto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA