Buon compleanno Atalanta: 111 candeline Manda il tuo messaggio d’auguri

Buon compleanno Atalanta: 111 candeline
Manda il tuo messaggio d’auguri

Tanti auguri Atalanta, giovane vecchietta del nostro cuore. Pier Carlo Capozzi ci riporta in quella serata d’autunno di centoundici anni or sono. Manda il tuo messaggio di auguri commentando la notizia o via mail a [email protected] con anche foto e ricordi del compleanno con l’Atalanta.

Forse, all’epoca, le stagioni erano rispettose del loro ruolo e faceva un po’ di frescolino, con la tipica umidità che ti entra nelle ossa. Ma loro cinque, i nostri padri fondatori, erano al caldo, seduti a un tavolo del ristorante Correggi, magari assaggiando una salsiccia con la polenta. Eugenio Urio, Gino e Ferruccio Amati, Alessandro Forlini e Giovanni Roberti avevano un problema: la loro società sportiva, la «Giovane Orobia», aveva come sede per le attività la palestra del Liceo Sarpi. E non era precisamente comodissima per chi proveniva dal Borgo (com’era chiamata Città bassa). Quindi fondarono una nuova società, che diventerà esclusivamente calcistica, pur provenendo da una palestra. La chiameranno Atalanta il giorno dopo, nel solco di leggendarie ricostruzioni che non chiariremo mai.

Ognuno di noi, nell’ambito di questa lunga fetta di storia, ha un suo pezzetto da raccontare. Fatto di conoscenze, di emozioni, di facce, di trasferte, di gioie, di delusioni, di dolori anche profondi, di addii, di immagini, di ricordi, di incontri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA