In fuga dall’Ucraina con i propri animali: immagine di una guerra davvero vicina

Vedere i profughi ucraini fuggire dal loro paese con i propri amici a quattro zampe è forse l’immagine che più ci fa capire quanto sia vicina la guerra, che questa volta ha colpito un popolo «come noi», e forse fa ancora più male perché mai come stavolta è facile immedesimarsi in quel terribile scenario.

In fuga dall’Ucraina con i propri animali: immagine di una guerra davvero vicina
Trasportini donati dall’associazione Save The Dogs per consentire ai profughi di viaggiare con i propri animali

Inizio questo articolo con una doverosa premessa. Sono un educatore cinofilo, è vero, ma anche (e soprattutto) padre di tre figli, e «padrone» di un cane e un gatto. Già, «padrone», perché ancora tali ci definiamo nei confronti dei nostri pet. Io stesso nel corso degli anni in questa rubrica al massimo ho edulcorato il concetto con il termine «padroncino», ma sempre di questo si trattava.

© RIPRODUZIONE RISERVATA