Boom di tamponi, in farmacia il 50% riguarda gli studenti

Nell’ultima settimana forte incremento anche negli hub. Intere classi si sottopongono al test. Oltre 1,2 milioni quelli fatti sinora.

Boom di tamponi, in farmacia il 50% riguarda gli studenti
La coda per i tamponi in piazzale Alpini a Bergamo
(Foto di Beppe Bedolis)

A una settimana dalla ripresa delle lezioni, cresce la pressione sulle farmacie e sui centri che effettuano i tamponi della provincia. L’aumento dei contagi nelle scuole ha moltiplicato in pochi giorni il numero degli studenti che necessitano del test per poter continuare a frequentare le lezioni in presenza. Sono due gli esiti negativi richiesti: il cosiddetto «tampone 0», da effettuarsi al più presto, dopo aver avuto notizia di essere entrati in contatto con un soggetto positivo, e un altro dopo cinque giorni dal primo test.

© RIPRODUZIONE RISERVATA