Coronavirus, i ricoverati salgono a 740
Massima allerta per gli ospedali orobici

Si ribaltano i reparti per aumentare i posti. Al «Papa Giovanni» si arriverà a 218 letti nelle degenze. Pezzoli: «Ma non possiamo superare i 52 nelle Terapie intensive».

Coronavirus, i ricoverati  salgono a 740     Massima allerta per gli ospedali orobici
La Terapia intensiva del «Papa Giovanni»
(Foto di Archivio)

È una corsa continua per recuperare posti letto, gli ospedali bergamaschi sono sotto pressione davanti al costante aumento di ricoveri Covid: ieri si è arrivati a quota 740 pazienti Covid, tra degenze e Area critica, in tutte le strutture sanitarie di capoluogo e provincia, 13 in più rispetto a venerdì. E il livello di allerta si innalza: rispetto alla tabella dei posti da rendere disponibili elaborata dalla Regione Lombardia per fronteggiare l'emergenza della pandemia si è arrivati alla soglia più alta, la 4b per le degenze ordinarie e la 4b/c per le terapie intensive, con una situazione decisamente delicata in particolare per l’Area critica. Questo significa che per fare spazio ai malati contagiati dal Sars-Cov2 e poterli assistere al meglio, è necessario chiudere diverse attività ordinarie, o almeno ridurle, tagliare le sedute di sala operatoria e dirottare personale sui reparti Covid.

© RIPRODUZIONE RISERVATA