Malati cronici, i piani terapeutici
prorogati fino alla fine di ottobre

Nella Bergamasca coinvolti in migliaia. Federanziani: «Molti scoraggiati dal pericolo di contagio e dalle liste d’attesa. Si autorizzino anche i medici di famiglia a prescrivere i farmaci».

Malati cronici, i piani terapeutici prorogati fino alla fine di ottobre

Piani terapeutici per i malati cronici, un problema che riguarda migliaia di persone, in particolare gli anziani, ma anche quanti soffrono i disturbi che necessitano di prescrizioni di farmaci specifici e follow up costanti, come i diabetici, o quanti sono affetti da malattie respiratorie: attualmente i medici di base e gli specialisti del territorio non possono prescrivere farmaci specifici per molte di queste malattie . Ed è l’ente Senior Italia Federanziani a sollevare il problema: diventa sempre più impellente - si spiega - proprio per il sistema sanitario pubblico già pesantemente provato nel corso della pandemia Covid, che si diano capacità prescrittive a questi professionisti, per queste categorie di malati che sono invece obbligati a restare legati a piani terapeutici con un «gestore» ospedaliero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA