Trent’anni del 118, da 2 è la trincea della pandemia. «Oggi il 30% di chi ci chiama per Covid va in ospedale»

L’anniversario Compie 30 anni il servizio di assistenza 118 attivo 24 ore su 24 in tutta Italia, da due anni diventato la trincea della pandemia con gli equipaggi e i mezzi occupati fino al 60 per cento nei periodi peggiori della seconda ondata nell’autunno del 2020.

Trent’anni del 118, da 2 è la trincea della pandemia. «Oggi il 30% di chi ci chiama per Covid va in ospedale»

Ancora oggi il 118, spiega Mario Balzanelli, Presidente Nazionale SIS118, in un caso su tre di chiamate per Covid, si occupa di portare in ospedale i pazienti . «Con il Covid noi, operatori del 118, abbiamo retto all’assalto più spaventoso alla vita e alla salute degli italiani dopo la seconda guerra mondiale, mettendo in sicurezza l’intero Sistema Sanitario Nazionale. E ancora oggi, alla quinta ondata, quell’assalto è in pieno corso, la gente, per quanto con minore frequenza rispetto alle fasi 1 e 2 della pandemia, continua a non respirare, e noi serriamo i ranghi», spiega Balzanelli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA