Vaccini, Mantovani: «Basta fake news, non c’è alcuna alterazione genetica»

Perché il vaccino ci costringe a continui richiami e nemmeno chi lo produce è sicuro dei suoi effetti? Forse non è meglio attendere studi più approfonditi? Somministrare il vaccino all’intera popolazione permette di ottenere un vantaggio presente, ma quali i rischi per il futuro? Risponde Alberto Mantovani, direttore scientifico dell’Istituto Humanitas.

Vaccini, Mantovani: «Basta fake news, non c’è alcuna alterazione genetica»

«Non conosciamo ancora così bene il sistema immunitario da fare previsioni sulla durata della memoria dopo il vaccino, ma ci auguriamo che con il richiamo della terza dose ci sia una memoria di lunga durata: questo potremo impararlo con il tempo. Ma non è vero che chi ha generato i vaccini non conosce i suoi effetti, siamo molto confidenti del rapporto rischi e benefici dei vaccini che usiamo. Sappiamo che proteggono in modo straordinariamente efficace dalla malattia grave e dalla morte, sono meno efficaci nel proteggere dall’ infezione e dalla trasmissione, ma comunque proteggono contro la trasmissione. E questo va ricordato sempre. All’obiezione di chi rimarca che non sono stati fatti studi a lungo termine e che non si conoscono gli effetti del vaccino nel tempo, è necessario rimarcare che non abbiamo mai avuto effetti a lungo termine da vaccini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA