Visite e interventi, tagli alle attese: «Tac e Rmn, oltre cento al mese»

Il piano di recupero L’aumento al «Papa Giovanni» e alla Bergamo Est con le aperture aggiuntive Pezzoli: puntiamo a 700 operazioni in più nel 2022. Imbrogno: numeri destinati a crescere.

Visite e interventi, tagli alle attese: «Tac e Rmn, oltre cento al mese»
Un esame con risonanza magnetica. All’ospedale «Papa Giovanni» sedute anche al sabato pomeriggio

Gli sforzi organizzativi sono notevoli, l’impegno di personale medico, infermieristico, tecnico e amministrativo altrettanto, ma i primi numeri sono positivi: la riduzione delle liste d’attesa per prestazioni ambulatoriali, visite specialistiche e interventi chirurgici ora sembra più a portata di mano. «L’impegno è su più fronti, il programma indicato dalla Regione Lombardia e gli obiettivi nazionali sulle liste d’attesa sono ambiziosi, ma ce la stiamo mettendo tutta – rimarca Fabio Pezzoli, direttore sanitario dell’Asst Papa Giovanni XXIII di Bergamo –. Già prima della quarta ondata di contagi eravamo arrivati a risultati molto soddisfacenti, recuperando parecchi arretrati, poi la recrudescenza del Covid ci ha rallentato. Ma puntiamo a chiudere l’anno con cifre di tutto rispetto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA