Zona gialla, riaprono 4 mila locali
«Pronti nel rispetto delle regole»

Covid, da domenica 13 dicembre si allentano le restrizioni nella Bergamasca e nel resto della Lombardia. Su la saracinesca per bar, gelaterie, ristoranti e pizzerie, con chiusura alle 18. «Speriamo si possa continuare a lavorare». A dicembre si stima una perdita di 160 milioni.

Zona gialla, riaprono 4 mila locali «Pronti nel rispetto delle regole»
Le cucine dei ristoranti di nuovo in funzione per accogliere i clienti a pranzo e per l’asporto
(Foto di Bedolis)

Una colazione al bar, un aperitivo, un pranzo al ristorante: da oggi, con il passaggio alla zona gialla, saranno di nuovo permessi. Servirà mantenere alta la guardia per non vanificare gli sforzi compiuti nelle ultime cinque settimane in zona rossa e arancione, ma intanto si riparte quasi a pieno regime. Restano chiusi cinema, palestre e musei, ma per 4 mila locali tra bar, gelaterie, ristoranti e pizzerie della provincia, è ora di tornare ad alzare la saracinesca. Non è ancora un’apertura totale (la pandemia in corso non lo permette), ma da oggi gli esercizi pubblici possono tornare ad accogliere i loro clienti al tavolo almeno fino alle 18, come non succedeva dal 5 novembre. L’annuncio del passaggio alla zona gialla, arrivato già mercoledì (anche se l’ordinanza del ministro della Salute, Roberto Speranza, è stata firmata venerdì sera), ha dato la possibilità ai ristoratori di organizzarsi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA