Roby Facchinetti molto emozionato chiude il concerto con l’inno alla speranza «Rinascerò, rinascerai» - Il video
Roby Facchinetti (Foto by Colleoni)

Roby Facchinetti molto emozionato chiude il concerto con l’inno alla speranza «Rinascerò, rinascerai» - Il video

La canzone scritta insieme a Stefano d’Orazio durante la pandemia ha risuonato al Lazzaretto: «Per tutti noi».

Ieri «Inseguendo la mia musica», oggi «La musica è vita». Per Roby Facchinetti tutto ruota intorno alla musica, alle canzoni. L’ex-Pooh è contento di tornare in città, al Lazzaretto. È persino emozionato. Quando aveva salutato il suo pubblico a fine tour solista, il cielo non era più blu e tante nubi si profilavano all’orizzonte. Poi è arrivato quel che sappiamo e Bergamo, l’Italia, il mondo sono finiti nell’affanno più disperato.

Ora si riparte, non senza nubi ancora minacciose. Il pubblico è dimezzato, ma va bene così. Roby è abituato ai sold-out, ma sappiamo che quello della sua città ha un valore diverso . È più importante. Lo si misura sul dato emozionale . Facchinetti non è certo un esordiente, ha attraversato la storia della musica italiana con i Pooh e senza, eppure è emozionato come non mai. Per lui era importante tornare a suonare a Bergamo. Ha anche dovuto combattere un po’ per esserci, ma ora è lì sul palco e tutto oramai va per il verso giusto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA