S’accende lo schermo di «Esterno Notte» Dal 18 giugno oltre 70 titoli in via Tasso

S’accende lo schermo di «Esterno Notte»
Dal 18 giugno oltre 70 titoli in via Tasso

Si accende anche quest’anno lo schermo di «Esterno Notte», l’arena di cinema all’aperto allestita, a cura di Lab 80, nel cortile della biblioteca «Caversazzi» di via Tasso, 4 a Bergamo.

Dal 18 giugno al 6 settembre verranno proposti 60 titoli selezionati tra il meglio della scorsa stagione più 11 titoli della rassegna «Un mercoledì da leoni» dedicata ai classici del cinema e ai cult movie, presentati in lingua originale con sottotitoli in italiano, realizzata in collaborazione con Bergamo Film Meeting Onlus (programma e info su www.lab80.it ).

Il via giovedì (ore 21.30), con «L’hotel degli amori smarriti» di Christophe Honoré. Dopo vent’anni di matrimonio, Richard scopre che sua moglie Maria ha un amante. Maria lascia il marito ma, curiosamente, va ad abitare in un hotel proprio di fronte al loro appartamento. Inizia così un altrettanto curioso, spiazzante, intelligente gioco a rimpiattino tra il passato e il presente, tra il qui e ora e un altrove mitizzato. Il film è stato accolto benissimo sia dalla critica che dal pubblico ed è valso il premio per la migliore interpretazione a Chiara Mastroianni al Festival di Cannes del 2019 dove il film era stato presentato nella sezione «Un Certain Regard». A seguire, venerdì 19, il delizioso film di e con Gianni Di Gregorio, «Lontano lontano», uscito, in extremis pochi giorni prima della chiusura delle sale. In «Lontano lontano» il personaggio interpretato da Gianni Di Gregorio, quello del «Professore», potrebbe essere un po’ un Jacques Tati di Trastevere in una Roma estiva, che potrebbe essere uscita da un film di Nanni Moretti e con uno sguardo sul mondo alla Kaurismäki.

© RIPRODUZIONE RISERVATA