Così riusciamo a raddoppiare la luce nella vita dei nostri piccoli pazienti

CriGioco: Centro di Ipovisione ad Azzano San Paolo Libri tattili e pasta da modellare per proposte multisensoriali.

Così riusciamo a raddoppiare la luce nella vita dei nostri piccoli pazienti

Quello che non si può misurare con gli occhi si può ascoltare con le orecchie e con il cuore. È ancora piccolo ma lo ha già capito Andrea, 7 anni, nato con una malattia congenita rara, l’ectopia lentis, uno spostamento del cristallino che condiziona pesantemente le sue capacità visive.

© RIPRODUZIONE RISERVATA