Durante la pandemia scelse di andare in fabbrica, ora Lidia riparte con la sua scuola di danza

Gandino Successo per l’esibizione di «Fuorididanza» di Salvatoni che durante la pandemia scelse di andare in fabbrica: lasciò il palco per andare a lavorare al tornio.

Durante la pandemia scelse di andare in fabbrica, ora Lidia riparte con la sua scuola di danza
Lidia Salvatoni di nuovo sul palco con la sua scola di danza

«Eh già, sembrava la fine del mondo, ma sono ancora qua». Si è concluso così, sulle note della canzone di Vasco Rossi e uno scrosciante applauso, il saggio di danza della scuola «Fuorididanza» di Gandino diretta dal 1989 da Lidia Salvatoni. La 52enne, durante i mesi bui della pandemia era balzata agli onori della cronaca per aver forzatamente appeso scarpette e tutù al chiodo e vestito i panni dell’operaia per lavorare al tornio . A tempesta passata, Lidia è tornata sul palco del teatro Loverini di Gandino con gli allievi delle sue scuole di Gandino e Gazzaniga.

© RIPRODUZIONE RISERVATA