Un docufilm per ricordare l’eccidio di Cornalba

Il progetto Nel 1944 sono stati uccisi 15 partigiani. L’Anpi Valle Brembana sta lavorando per ricordare questa tragedia, insieme ai giovani.

Un docufilm per ricordare l’eccidio di Cornalba
La prima immagine del docufilm sull’eccidio di Cornalba

Cornalba è un paesino della Valle Serina, a 900 metri di altitudine e con 300 abitanti. Nell’autunno del 1944 il territorio fu teatro di uno degli avvenimenti più drammatici della Resistenza bergamasca: il 25 novembre e l’1 dicembre 1944 nel corso di alcuni rastrellamenti vennero trucidati 15 partigiani della Brigata 24 Maggio di Giustizia e Libertà (due dei quali proprio di Cornalba). Anche la popolazione del luogo pagò un prezzo altissimo: incendi, violenze, saccheggi e il giovane Lorenzo Carrara, catturato il 25 novembre insieme ad altri, morì due anni dopo per le torture e le sevizie subite. Un luogo che oggi è teatro del lavoro di recupero e di costruzione della memoria della Resistenza bergamasca, grazie all’incessante lavoro dei volontari della sezione Anpi Valle Brembana Giuseppe Giupponi «Fuì»: 150 persone impegnate nella realizzazione di iniziative, di commemorazioni, di ricerca storica, di percorsi di memoria e nel recupero dei luoghi della resistenza partigiana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA