Le cornamuse invadono l’ospedale Concerto in Hospital Street

Le cornamuse invadono l’ospedale
Concerto in Hospital Street

Bella sorpresa venerdì pomeriggio in Hospital Street: intorno alle 17.30 la prima banda di cornamuse bergamasche - la Bèrghem Baghèt - suonerà dei brani natalizi all’interno dell’ospedale Papa Giovanni.

Una piacevole iniziativa che celebra Bergamo, con i suoi strumenti e i suoi artisti, città di musica di grandi tradizioni, a partire da quelle più popolari delle nostre valli sino ad arrivare al più celebre compositore Donizetti.

Attraverso il lavoro di alcune persone, dedite al recupero ed alla rivalutazione di tutto il patrimonio legato agli strumenti musicali e grazie alla disponibilità di coloro che non hanno mai abbandonato queste tradizioni e le hanno portate fino ai giorni nostri, è iniziata la scoperta di un mondo nuovo di strumenti ormai quasi dimenticati, a partire dall’antica cornamusa bergamasca «baghèt» detta anche «piva».

Il gruppo, nato nel 2006 ad Ambivere, è costituito da amici appassionati della cornamusa bergamasca: si tratta della prima banda di baghèt, cornamuse bergamasche.Nell’ottobre 2009 il gruppo raccoglie l’invito del Comune di Palazzago e accetta la proposta di trasferire la propria sede lì, dove viene accolta nel contesto musicale della storica Banda Gioacchino Rossini.

Il nome «Bèrghem Baghèt» evoca sia lo strumento musicale utilizzato sia il suo luogo di origine. Lo scopo del gruppo è quello di ridare prestigio al baghèt e contemporaneamente recuperare e diffondere le melodie tipiche della tradizione del folklore locale. Questo strumento è infatti talmente antico che si riscontra la sua presenza in alcuni affreschi che risalgono perfino al 1300, come nel castello di Bianzano o al 1500 come nel castello di Malpaga o a Clusone, a S. Giovanni Bianco e in altre località della Bergamasca.


© RIPRODUZIONE RISERVATA