Giovedì 26 Dicembre 2013

Tour d’arte

tra Allori e Picasso

Alessandro Allori, Ultima Cena,olio su tela, cm. 213x742, 1582.

Diciannove appuntamenti tra mostre di fotografia, disegno e pittura allestite in musei, gallerie e spazi no profit in queste feste di Natale. In attesa della riapertura del prossimo anni la sede temporanea dell’Accademia Carrara a Palazzo della Ragione propone le opere della collezione del Conte Giacomo Carrara e l’allestimento della grande tela «L’ultima cena» di Alessandro Allori, con una piattaforma digitale in grado di mettere a fuoco i dettagli dell’opera tramite un sistema di telecamere ad altissima fedeltà (apertura da martedì a venerdì dalle 9,30 alle 17,30; sabato e domenica: dalle 10 alle 18, Natale chiuso).

Con una breve camminata verso Città Bassa lungo via Noca, che si imbocca dopo Porta Sant’Agostino, si arriva in Piazza Carrara, dove la Gamec propone tre mostre: dagli inediti disegni di Luciano Fabro, alle opere di David Maljkovic, a cui si aggiunge l’esposizione della collezione di disegni, incisioni, dipinti, ceramiche, medaglie e film di Nino Zucchelli (orari: da martedì a venerdì dalle 15 alle 19; sabato e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19, aperta fino al 6 gennaio). A pochi passi dalla Gamec nel cuore del borgo di Pignolo si trova il Museo d’Arte Sacra Bernareggi, dove sono allestite due mostre temporanee: «Generazioni», una mostra di Sergio Battarola con gli scatti di Nicoletta Prandi, e «Per gli occhi e per il cuore. L’arte dell’illustrazione per l’iniziazione cristiana», una mostra di Alessandra Cimatoribus allestita nella sala ipogea del museo (in programma fino al 2 febbraio da martedì a domenica dalle 15 alle 18).

Protagonista la carta anche alla Galleria Vanna Casati di via Borgo Palazzo 42, dove è allestita la mostra di Valeria Agostinelli, «Il sasso spezzato», un’installazione composta da trentanove sculture in carta velina dove la poesia incontra l’arte, con citazioni di versi di autori (tutti i giorni tranne domenica dalle 16,30 alle 19,30, il sabato anche 11-13).

Il tour prosegue in via Broseta 15 alla Galleria Michelangelo con «Artisti a Parigi. Le ricerche pittoriche nel post-impressionismo 1890-1920» (fino al 31 gennaio. Orari: da martedì a sabato dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 16 alle 19,30). Cerchi quadrati e astrazioni sono i protagonisti della mostra di Dietelmo Pievani «Isometrie, le geometrie generative di Pievani», allestita da Galleria Marelia in via Torretta 4 fino al 30 gennaio (da lunedì a mercoledì dalle 14,30 alle 20, da giovedì a sabato dalle 15,30 alle 20). Alla Galleria Ceribelli, via San Tomaso 86 spazio alle litografie e alle stampe di grandi come Picasso, Morandi, Bartolini, Freud e Ferroni. Per gli amanti della storia invece al Museo dell’Età veneta, nel Palazzo del Podestà, in Città Alta è aperta fino al 12 gennaio «Il tesoro dei ducati veneziani trovati nel Convento di S. Francesco» (da martedì a domenica 9,30-13 e 14,30-18).

© riproduzione riservata