Enorme masso sulla Rivierasca Riapre la strada tra Predore e Tavernola

Enorme masso sulla Rivierasca
Riapre la strada tra Predore e Tavernola

Un enorme masso è caduto sulla strada che collega Predore e Tavernola: dopo il sopralluogo viabilità regolare dalle 18.

Rivierasca chiusa per tutta la giornata di venerdì 11 gennaio tra Predore e Tavernola a causa di un enorme masso che si è staccato dalla parete rocciosa ed è finito sulla carreggiata nella tarda serata di giovedì 10 gennaio. Come si può vedere dalla foto, il masso occupa quasi metà della carreggiata: fortunatamente quando è caduto non stava transitando nessuno. Nella notte sono stati posizionati i cartelli di chiusura e anche il Comune di Predore ha confermato sulle pagine social ufficiali il divieto di transito, ma nella mattinata di venerdì – complice il mancato presidio e l’assenza di una vera e propria transenna – molti automobilisti stanno passando incuranti del pericolo. Nel primo pomeriggio, dopo il sopralluogo dei tecnici della Provincia, l’annuncio: la strada verrà riaperta alle 18.

Per l’ennesima volta la strada deve fare i conti con uno smottamento: negli ultimi anni non si contano le chiusure a causa di massi e frane. Gli amministratori della sponda bergamasca del lago d’Iseo hanno rivolto più appelli alla Provincia di Bergamo per chiedere un intervento decisivo per garantire sicurezza. A Tavernola Anna Sorosina ha lanciato una raccolta firme, distribuendo i moduli nei pubblici esercizi del basso e dell’alto Sebino: ha raccolto migliaia di firme in pochi mesi. Proprio lei ha commentato così lo smottamento di stanotte sul gruppo «Sei di Sarnico Se»: «E pensare che ho inviato lunedì 7 gennaio 2019 alla Provincia una lettera per ribadire l’importanza e l’urgenza dell’avvio dei lavori di manutenzione previsti per la rivierasca per questa primavera».


© RIPRODUZIONE RISERVATA