La Guardia di Finanza premia Slavazza La visita dal presidente Mattarella
Stefano Slavazza, comandante della Gdf di Clusone, alle spalle del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella

La Guardia di Finanza premia Slavazza
La visita dal presidente Mattarella

Il riconoscimento delle Fiamme Gialle a Stefano Slavazza, attuale comandante della Tenenza di Clusone.

Importante riconoscimento per Stefano Slavazza, attuale comandante della Tenenza della Guardia di finanza di Clusone e già comandante delle Brigate di Costa Volpino e di Sarnico. La premiazione è avvenuta nella giornata di venerdì 21 giugno a Roma, durante le celebrazioni del 245esimo anniversario della nascita delle Fiamme gialle. Slavazza, luogotenente cariche speciali, è stato identificato quale meritevole comandante di reparto dell’Itala Nord Occidentale (Lombardia, Piemonte, Liguria e Valle d ‘Aosta).

Stefano Slavazza

Stefano Slavazza

Significativa la motivazione che ha sostenuto il riconoscimento: «Ispettore comandante di Tenenza, connotato da una approfondita e vasta preparazione tecnico-professionale, operava con straordinaria abnegazione e lodevole spirito di sacrificio, contribuendo a garantire la tutela della legalità nel territorio di competenza. L’azione di comando esercitata, improntata alla massima efficacia ed efficienza, permetteva al reparto di raggiungere tutti gli obiettivi assegnati e di conseguire brillanti risultati di servizio, suscitando l’apprezzamento incondizionato delle autorità e delle superiori gerarchie, nonché l’ammirazione della cittadinanza».

Il luogotenente di origini bellunesi, ha anche fatto parte della delegazione della Gdf ricevuta al Quirinale dal Presidente Sergio Mattarella. Stefano Slavazza, 55 anni, comanda la Tenenza di Clusone dall’estate del 2018. Prima di allora, nella nostra provincia, ha guidato la Brigata di Costa Volpino (dal 2005 al 2010), quindi Sarnico (dal 2010 al 2018). Proprio a Sarnico, si è distinto per importanti colpi di interesse nazionale nella lotta all’evasione fiscale e a tutela della spesa pubblica con particolare riguardo al contrasto delle grosse frodi, concluse con importanti sequestri preventivi di beni finalizzati alla confisca dei patrimoni illeciti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA