I primi 170 anni del panificio Zatti E tutta Tavernola è invitata alla festa
Caterina Sorosina, «Catina del pà», in una foto d’epoca

I primi 170 anni del panificio Zatti
E tutta Tavernola è invitata alla festa

Dalle 11,15 di domenica 17 dicembre si festeggia la ricorrenza con la gente del paese, «perche senza di loro non ci saremmo stati nemmeno noi». Lo storico forno è attivo dal 1857, come testimoniano alcuni documenti.

Centosettanta anni di forno. Chi a Tavernola non conosce il panificio Zatti? «Se non ci fosse stata la gente non ci saremmo stati neppure noi», taglia corto Francesca, figlia di Cornelio e Rosa Martinelli, quinta generazione degli Zatti che hanno preso in mano le redini del forno e del negozio nel 1983, subentrando all’indimenticabile mamma Caterina Sorosina, meglio conosciuta come «Catina del pà». E così domenica 17 dicembre festeggiano 170 candeline. Con la gente.

Cornelio Zatti premiato in Regione con il riconoscimento di negozio storico

Cornelio Zatti premiato in Regione con il riconoscimento di negozio storico

Ecco, in questo caso non è un modo di dire perché alle 11,15 la famiglia Zatti ha invitato tutto il paese nello storico negozio di via Chiesa. Per la festa hanno preparato una gigantesca torta di amarene, circa 300 sfongade, oltre a biscotti, salatini e pasticcini. Un documento della Camera di Commercio, rinvenuto da Francesca durante una ricerca per il riconoscimento regionale quale attività e negozio storico ottenuto di recente, attesta che i panettieri Zatti erano già attivi nel 1847, 170 anni fa, appunto. E allora si fa festa, con tutta Tavernola.

Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale dell’Eco di Bergamo del 15 dicembre 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA