«Killer» dei gatti in azione a Gandosso L’Aidaa offre ricompensa per scovarlo

«Killer» dei gatti in azione a Gandosso
L’Aidaa offre ricompensa per scovarlo

Quattro gatti avvelenati ritrovati in pochi giorni a Gandosso e uccisi probabilmente con bocconi killer che secondo i residenti potrebbero essere stati messi per avvelenare i cinghiali del bosco, ma che al momento hanno causato la morte tra atroci sofferenze di alcuni gatti l’ultimo dei quali ritrovato agonizzante nella giornata di sabato scorso.

Secondo la segnalazione arrivata al servizio segnalazionereati@libero.it di Aidaa i gatti sono morti tutti a distanza di pochi giorni l’uno dall’altro e non è da escludere la presenza di un vero e proprio seminatore di morte che avrebbe distribuito nella zona dei bocconi avvelenati. Purtroppo come spesso capita in questi casi i residenti, invece di chiamare il servizio veterinario pubblico, hanno sepolto gli animali morti. Per questo motivo Aidaa ha deciso di mettere una taglia di 5.000 euro che sarà pagata a chiunque sia in grado di fornire informazioni che possono portare all’individuazione e alla condanna definitiva del killer dei gatti di Gandosso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA