Tavernola, cento anni tondi per Aurelia Auguri all’anima della «Pergolina»
Aurelia Foresti

Tavernola, cento anni tondi per Aurelia
Auguri all’anima della «Pergolina»

Oggi sono cent’anni, tondi, tondi, per Aurelia Foresti, dallo scorso anno, in seguito ad una caduta, ospite della Casa di riposo «Buonomo Cacciamatta Onlus - 1836» che ha sede nella frazione di Cambianica di Tavernola.

Una figura molto nota in paese per aver gestito a lungo, cioè fino a 75 anni, l’osteria «La pergolina» nella storica e centrale via Molini. Per un po’ di tempo aveva fatto la sarta, poi, morto il marito Achille Balducchi, primo bidello della scuola media decollata nel 1963, ha gestito l’osteria di proprietà del suocero Cinto che l’aveva donata a lei in cambio della sua assistenza. Con frondoso pergolato e un girello di bocce, La pergolina era meta quotidiana degli appassionati di bocce, ma anche di tanti giovani che degustavano trippa, baccalà, minestroni e altri piatti della cucina povera preparati da Aurelia. Sono molti i ricordi dei tavernolesi legati a questa donna allegra, simpatica, ancora con una discreta memoria.

Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale dell’Eco di Bergamo del 27 novembre 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA