«Vivo tra la natura con i miei cani» La storia di Matteo (e Akela) finisce in tv

«Vivo tra la natura con i miei cani»
La storia di Matteo (e Akela) finisce in tv

Ha sempre amato stare a contatto con la natura, vivere i boschi e la montagna, fare l’orto e provare ad auto sostenersi con i frutti della terra. Una scelta di vita quella di Matteo Armenali che a 29 anni ha scoperto di riuscire a realizzare il suo obiettivo, una sfida per molti, un sogno per lui che a Foresto Sparso sta ristrutturando con le sue mani una casa datagli in comodato d’uso da amici di amici.

La sua storia ora è finita pure in televisione, a «Tutto il bello che c’è», rubrica del Tg2 diffusa lo scorso 22 febbraio: sono state trasmesse le immagini del suo vivere «in mezzo alla natura». Vicino a casa ha organizzato l’orto e dal suo appezzamento di terra parte per i boschi bergamaschi in compagnia della fedele Akela, amica a quattro zampe, una bastardina che è diventata una partner lavorativa, abilissima nello scovare tartufi, attività diventata redditizia per Matteo.

«La mia e quella della mia compagna (“La Miki”) è una vita semplice, senza fronzoli e pretese. Coltiviamo la terra e mangiamo ciò che produciamo. Il resto lo acquistiamo e lo barattiamo, cercando di vivere con poco ma godendo anche molto della natura che ci circonda», spiega il giovane bergamasco che, originario di San Paolo d’Argon, ha imparato il lavoro dell’agricoltore a Chiuduno per poi trasferirsi a Foresto. «Sono sereno perché ho sempre desiderato vivere questa vita» ammette, soprattutto ora che con Akela ha intrapreso un’attività che gli permette di utilizzare «in maniera sostenibile i frutti della terra, scoprendo nuove possibilità di crescita».

Nel video c’è anche Luigi: «Un grazie a Luigi, 79 anni, contadino e grande conoscitore del territorio e dei boschi: è lui che mi ha consigliato di provare ad addestrare Akela e mi ha insegnato tutto della vita nella natura».


© RIPRODUZIONE RISERVATA