Attaccati da un rapace in Val Brembana Escursionisti illesi, ma che spavento

Attaccati da un rapace in Val Brembana
Escursionisti illesi, ma che spavento

Raro, ma può accadere. Un rapace – un’aquila, ma potrebbe essere stata anche una poiana – ha attaccato lunedì 12 settembre, verso mezzogiorno due escursionisti che si trovavano nella zona del passo San Simone, a circa 2.100 metri di quota, in territorio di Valleve.

Scampato il pericolo, lunedì sera, Pierluigi Comi, 51 anni di Fara Gera d’Adda, l’ha messa anche un po’ sul ridere. Tutto sommato è andata bene, ma al momento lo spavento è stato tanto. I due, Comi con la moglie Marina, sono villeggianti abituali di Foppolo e conoscono bene le montagne dell’alta Val Brembana. «Era verso mezzogiorno – racconta Pierluigi su L’Eco di Bergamo in edicola il 13 settembre – e ci eravamo fermati all’arrivo della seggiovia Sessi per mangiare un panino. Sopra di noi ha iniziato a volare quella che sembrava un’aquila, ma potrebbe essere stata anche una poiana. Ho pensato di farle una foto». A quel punto il rapace è sceso in picchiata contro i due. «Ci siamo scaraventati sotto il seggiolino della seggiovia. L’aquila mi è arrivata a pochi centimetri». I due escursionisti si sono poi diretti verso il rifugio Camoscio, prendendo la pista della Forcella Rossa, e poco dopo l’animale è tornato all’attacco.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 13 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA