Capra in bilico su uno sperone di roccia Per salvarla un elicottero da Malpensa
Una fase del delicato intervento in quota per recuperare una capra, sopra Cusio

Capra in bilico su uno sperone di roccia
Per salvarla un elicottero da Malpensa

Spettacolare intervento dei vigili del fuoco di Zogno: l’animale era bloccato sulla terrazza di un canalone a 1.800 metri a Cusio. I pompieri si sono calati dall’alto con le funi, imbragando l’animale.

Lei, la capretta, era laggiù, immobile, pietra tra le pietre del canalone sul quale era scivolata pur essendo una capra di montagna. Loro, i vigili del fuoco di Zogno, erano lassù, arrivati sul luogo della missione dopo aver lasciato il camion a due chilometri dalla curva degli Sciocc, sul sentiero che porta al rifugio Benigni, sopra Cusio. I pompieri, chiamati dal pastore del gregge, ci hanno messo poco a capire che per arrivare in fondo al canalone, sulla terrazza naturale a 1.800 metri di quota dove era sprofondata la capretta, avrebbero dovuto salire in cielo prima di scendere nel dirupo e così hanno fatto. Hanno chiamato Malpensa e hanno chiesto e ottenuto l’intervento dell’elicottero dei vigili del fuoco, unico mezzo per scendere su quella terrazza, imbragare la capretta e poi spingerla su per il canalone. Missione riuscita.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 29 dicembre 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA