Foppolo, il Consiglio vota per il dissesto Seggiovie: trovato il gestore per l’estate

Foppolo, il Consiglio vota per il dissesto
Seggiovie: trovato il gestore per l’estate

Il 17 luglio la seduta decisiva: arriverà commissario ad hoc per risanare i debiti
La giunta resterà in carica. Impianti di Carona all’asta il 5 agosto: potrebbe essere la volta buona.

Dopo poco più di un anno di amministrazione la giunta comunale di Foppolo getta la spugna: impossibile risanare i conti, troppi i debiti. Il prossimo 17 luglio, in Consiglio comunale, sarà messo al voto la dichiarazione di dissesto finanziario. Praticamente certo il via libera.

In Comune arriverà un commissario straordinario per il bilancio, ma la giunta comunale guidata dal sindaco Gloria Carletti, resterà in carica per l’ordinaria amministrazione.

«Era giusto provarci - spiega il sindaco Gloria Carletti -. Rinunciare appena stati eletti non avrebbe auto senso. Ma le difficoltà incontrate sono state troppe: oltre ai debiti derivanti dalla Brembo Super Ski ci sono debiti fuori bilancio, interessi sui mutui che continuano ad aumentare e contenziosi legali. Abbiamo provato tutte le strade, siamo andati a Roma, dal prefetto, ma, a questo punto, la dichiarazione di dissesto finanziario è diventata l’unica via».

Sul piatto della bilancia pesano i 5,3 milioni di debiti, di cui 4,5 derivanti dal fallimento della Brembo Super Ski (la società dei Comuni di Foppolo, Carona e Valleve), ma anche l’impossibilità di alienare proprietà comunali, ormai per la maggior parte utilizzate per l’aumento di capitale della Brembo Super Ski.

Le entrate nelle casse comunali sono irrisorie e servono solo a coprire le spese ordinarie, ed eventuali altri fondi per il Comune (come quelli per la sicurezza del territorio, paravalanghe e strade) sono già destinati e non possono quindi alleggerire il passivo. Che, quindi, aumenta di giorno in giorno. Resta così inapplicato anche il Piano di rientro finanziario che era stato approvato ancora dall’ex sindaco Beppe Berera poco più di due anni fa, fermo ancora al vaglio della Corte dei conti.

«Proseguire in questo modo - conclude il sindaco - avrebbe voluto dire peggiorare solo la situazione. Collaboreremo con il commissario per i bilanci, lui si occuperà del debito pregresso, noi dell’ordinario. Tracceremo un linea netta di demarcazione, anche da un punto di vista finanziario, con il passato».

Nel frattempo le due seggiovie di Foppolo (Quarta Baita e Montebello) hanno trovato un gestore per l’estate. Il bando del Comune è stato vinto dalla Sacif di Marco Calvetti di Piazzatorre, già direttore tecnico lo scorso inverno dell’intero comprensorio Foppolo-Carona per conto della »Sviluppo Monte Poieto». I due impianti saranno aperti nei fine settimana di luglio e nei primi due weekend di settembre, quindi per tutto agosto. Sabato prossimo inaugurazione con salita in seggiovia gratis e pranzo convenzionato a 5 euro (primo e bibita). «Avevamo capito che non c’era nessuno disponibile alla gestione - dice Calvetti -. Dopo la buona stagione scorsa, quindi, mi sembrava giusto dare continuità anche per il bene del territorio»:.

Il 5 agosto, infine, è fissata l’ennesima asta degli impianti del Fallimento Brembo Super Ski (in particolare seggiovie e innevamento di Val Carisole). Il prezzo minimo sarà di circa 1,5 milioni di euro. E stando alle indiscrezioni potrebbe essere la volta buona per l’assegnazione.

In prima fila potrebbe esserci Stefano Dentella, la cui società ha gestito il comprensorio (per conto del Comune di Carona che l’aveva in affitto dal Fallimento), la scorsa stagione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA