La Valle Imagna piange l’alpino Offredi Reduce della battaglia di Nikolajewka
Giovanni Offredi

La Valle Imagna piange l’alpino Offredi
Reduce della battaglia di Nikolajewka

Classe 1922 si è spento ieri sera: reduce dalla Russia, il suo grande insegnamento: «Nella vita a volte le cose non sono semplici e bisogna saperle accettare».

La Valle Imagna piange l’alpino e reduce Giovanni Offredi: classe 1922 ha combattuto in Terapia intensiva per un mese con la stessa tenacia con cui è riuscito a tornare dalla Russia, dopo la battaglia di Nikolajewka. Il combattente si è spento nella serata di giovedì 6 dicembre: lo annunciano gli amici sul profilo Facebook dei Tre Faggi Fuipiano Valle Imagna.

«Nella vita a volte le cose non sono semplici e bisogna saperle accettare» diceva. Sapeva cosa voleva dire dovere e sapeva cosa vuol dire soffrire. Così lo ricordano gli amici: «Dopo un mese in terapia intensiva , in cui ha combattuto con la stessa tenacia che gli ha permesso di tornare dalla Russia,dopo la battaglia di Nilolajewka, si è arreso stasera l’alpino Giovanni Offredi, classe 1922. Reduce di Russia, del 5°BTg misto genio divisione Alpina telecomunicazioni. 10.000 tornarono a casa dei 100.000 che furono inviati a combattere in Russia. Lui fu uno dei più fortunati e resistenti, che riuscì a tornare a casa».


© RIPRODUZIONE RISERVATA