Tangenziale, un silenzio che fa rumore I sindaci brembani sul piede di guerra

Tangenziale, un silenzio che fa rumore
I sindaci brembani sul piede di guerra

Ad un mese dalla richiesta, ancora nessuna notizia dell’incontro sollecitato alla Provincia.

Ad oltre un mese di distanza, il silenzio. E allora 5 sindaci hanno preso carta e penna (virtuali) e scritto a Provincia, Regione e Anas per chiedere lumi sulla situazione della Tangenziale Sud. Nello specifico dei lotti più determinanti per la Valle Brembana, quelli da Villa d’Almè a Paladina e da Paladina a Treviolo. I sindaci sono Luciano Colnago (Almè), Marco Milesi (Sam Giovanni Bianco), Vittorio Milesi (San Pellegrino Terme), Manuel Preda (Villa d’Almè) e Giuliano Ghisalberti (Zogno).

Un mese fa, difatti, a Provincia, Anas e Regione era stato inviato il documento firmato da ben 52 sindaci e dai presidenti delle Comunità montane della Valle Brembana e Valle Imagna sul tema, chiedendo un ncontro urgente sul tema: «Constatato che ad oltre un mese di distanza, nessuna comunicazione è pervenuta, si sollecita la convocazione dell’incontro medesimo per conoscere gli intendimenti della Provincia in ordine alla realizzazione delle opere in argomento. Al riguardo, non si può non esprimere rammarico e forte preoccupazione per la scarsa attenzione manifestata nei riguardi della richiesta presentata da quasi un quarto dei sindaci bergamaschi che conferma un’inspiegabile e non accettabile disinteresse per la realizzazione di interventi fondamentali per lo sviluppo del territorio che risultano finanziati da dieci anni e rappresentano in assoluto le opere più importanti dell’intera provincia».


© RIPRODUZIONE RISERVATA