Si ribalta con il kayak, 52enne muore a Olmo al Brembo
Il luogo dell’incidente

Si ribalta con il kayak, 52enne muore a Olmo al Brembo

L’incidente nel pomeriggio di giovedì 5 agosto. L’amico ha cercato invano di soccorrerlo.

Tragedia nel pomeriggio di oggi a Olmo al Brembo, dove un kayak si è ribaltato e un uomo di 52 anni è morto. L’allarme è scattato verso le 17: secondo una prima ricostruzione, l’uomo, Lucio Mazza, istruttore di kayak di La Valletta Brianza (Lecco), stava discendendo il torrente Mora – che a Olmo confluisce nel fiume Brembo – insieme a un suo allievo, quando si sono imbattuti in un tronco d’albero finito nel torrente a causa del maltempo delle scorse ore. I due hanno cercato quindi di aggirare l’ostacolo inatteso: il 52enne, che è passato per primo, si è ribaltato finendo sott’acqua; quando l’allievo è arrivato ha notato l’assenza dell’istruttore e si è visto passare accanto la sua pagaia, ha così capito che era successo qualcosa. Ha quindi avvicinato la riva e assicurato la canoa a un albero, tornando a piedi per cercare il compagno d’escursione. Dopo averlo individuato si è buttato in acqua ed è riuscito a trascinarlo fuori e a cominciare le manovre di primo soccorso, poi è corso in paese e ha chiesto aiuto. Sono intervenuti il 118, il Soccorso alpino, i vigili del fuoco del distaccamento di Zogno e i carabinieri della stazione di Piazza Brembana. La salma è stata portata nella camera mortuaria del cimitero di Olmo al Brembo.

Una fase dei soccorsi

Una fase dei soccorsi


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola venerdì 6 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA