Truffa alla Regione, sequestrate le case degli ex sindaci di Foppolo e Valleve

Truffa alla Regione, sequestrate le case
degli ex sindaci di Foppolo e Valleve

Sequestrate le case degli ex sindaci di Foppolo e Valleve nell’ambito dell’inchiesta su Brembo Super Ski.

Sono accusati di truffa per aver fatto percepire alla Brembo Super Ski (Bss) indebiti finanziamenti dalla Regione, gonfiando e a volte duplicando fatture, falsificando documenti ed estratti conto. Per questo motivo il pm Gianluigi Dettori, nell’ambito dell’inchiesta sulla società (ora fallita) che gestiva gli impianti sciistici di Foppolo e San Simone, ha chiesto e ottenuto il sequestro di beni e conti correnti nei confronti degli ex sindaci di Foppolo e Valleve, Giuseppe Berera e Santo Lorenzo Cattaneo, e della moglie del primo, Roberta Valota, ex dipendente della Bss. Il gip Massimiliano Magliacani ha emesso un decreto di sequestro preventivo equivalente per 3.295.820 euro. Nello specifico all’ex sindaco di Foppolo è stata posta sotto sequestro l’abitazione di residenza e altri appartamenti tra Foppolo e Santa Brigida, 22 magazzini e numerose particelle catastali. Al collega Santo Cattaneo, sono state sequestrate l’abitazione di Valleve più altre due abitazioni.


Leggi di più sul caso Foppolo acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 19 maggio 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA