Variante di Zogno, c’è l’intesa  Giovedì la firma che sblocca i lavori
il cantiere abbandonato della variante di Zogno

Variante di Zogno, c’è l’intesa
Giovedì la firma che sblocca i lavori

È stata fissata la data per siglare il contratto per il completamento della strada da 21 milioni. Il sindaco: tra un anno i problemi saranno risolti.

È arrivata la volta buona per la ripresa della costruzione della variante di Zogno e il suo completamento. Giovedì ci sarà la firma del contratto fra la Regione (precisamente la sua società partecipata Ilspa) e la «Collini lavori spa», la società di Trento a cui è stata affidato appunto il completamento dell’infrastruttura al costo di 21 milioni e 900 mila euro.

Messa la firma sul contratto, rimarrà solo la consegna formale del cantiere all’azienda, dopodiché partirà il tempo fissato appunto per il completamento della variante fissato in circa un anno. Salvo imprevisti che per questo progetto non sono certo mancati. E chissà che il sindaco di Zogno Selina Fedi, in partenza ieri per Lourdes, non chieda una piccola intercessione affinché vada finalmente tutto per il meglio: «A parte gli scherzi - afferma - ero convinta che tutto sarebbe andato per il meglio, anche se ci è voluta un po’ di pazienza: da parte di coloro che fino ad ora, a causa della mancanza di questa variante, attraversando la Val Brembana sono stati costretti a lunghe code. Molta pazienza hanno avuto gli stessi abitanti di Zogno che hanno dovuto sopportare le conseguenze del traffico intenso nell’abitato. Tra poco più di un anno entrambi questi problemi saranno risolti».


Leggi di più acquistando a 0.99 euro la copia digitale del 8 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA