Variante di Zogno, l’area è stata ripulita Dall’anno prossimo cantiere avanti tutta
L’area ripulita all’imbocco nord della futura variante di Zogno

Variante di Zogno, l’area è stata ripulita
Dall’anno prossimo cantiere avanti tutta

Parla il direttore dei lavori: «Sembrano magari lavori banali ma sono fondamentali per poter intervenire bene successivamente. Ora non abbiamo moltissimi uomini al lavoro, dall’inizio del prossimo anno saranno molti di più e il cantiere avrà sicuramente un’accelerata».

«Abbiamo fatto grandi lavori di pulizia. D’altronde è un cantiere rimasto fermo cinque anni. Così come stiamo intensificando gli incontri per capire come gestire al meglio le fasi successive. Non daremo fastidio e ci saranno tutte le sicurezze del caso. Ma è certo che ci si accorgerà della nostra presenza». A parlare è Lorenzo Bertotti, direttore di cantiere della variante in galleria di Zogno, lavori affidati alla «Collini» di Trento e iniziati da circa due mesi. Due mesi che sono serviti soprattutto per prendere visione della situazione e dare una pulizia generale a tutto il cantiere, dalle gallerie alle aree esterne. E in questi giorni è facile notare come, sia all’ingresso sud sia a nord, l’opera di taglio da piante e sterpaglia sia stata notevole. «Sembrano magari lavori banali – continua il direttore – ma invece fondamentali per poter intervenire bene successivamente. Ora non abbiamo moltissimi uomini al lavoro, dall’inizio del prossimo anno saranno molti di più e il cantiere avrà sicuramente un’accelerata».


Leggi l’articolo di Giovanni Ghisalberti acquistando a 0,99 euro la copia digitale de «L’Eco di Bergamo» di sabato 7 dicembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA