Ancora grave la 34enne di Ranzanico A soccorrerla il sindaco col defibrillatore

Ancora grave la 34enne di Ranzanico
A soccorrerla il sindaco col defibrillatore

Sono ancora gravi le condizioni della direttrice delle poste, 34enne, di Ranzanico che giovedì mattina ha avuto un malore mentre era al lavoro.

C’è apprensione a Ranzanico per la sorte di Manuela Previtali: soltanto il tempestivo intervento dei soccorritori ha potuto evitare il peggio. Ricoverata in condizioni critiche all’ospedale Papa Giovanni la direttrice 34enne sarebbe stata sottoposta ad un intervento.

Tutto è accaduto giovedì mattina verso le 10 nell’ufficio postale in piazza Caduti: la donna, 34 anni, madre di un bimbo partorito l’anno scorso, ha accusato un improvviso mal di testa e poi ha perso i sensi. Subito è scattato l’allarme e sono stati allertati i soccorsi, le condizioni della della signora sono parse infatti subito critiche. Tra i primi ad intervenire il sindaco Renato Freri, che racconta: «Io ero al bar di fronte al Municipio a bere un caffé, quando all’improvviso è entrato Carlo Bonetti, che ha un negozio di alimentari vicino all’ufficio postale, e ha chiesto chi dei presenti sapesse usare il defibrillatore. A quel punto io mi sono fatto avanti, perché l’anno scorso avevo seguito il corso per la rianimazione. Ci siamo precipitati alle Poste, che sono al piano terra del palazzo del Comune, dall’altra parte rispetto alla piazza».

La scena che si è presentata al primo cittadino era di estrema drammaticità: «Due clienti stavano praticando il massaggio cardiaco a Manuela. A quel punto ho aperto la scatola del defibrillatore, quello collocato nei pressi del Municipio che Bonetti aveva portato sul posto, e, seguendo le indicazioni del 118, ho posizionato gli elettrodi. Il defibrillatore è di quelli, per così dire, facili da usare, che guidano il soccorritore. Abbiamo alternato il massaggio cardiaco a momenti in cui la macchina avvertiva di togliere le mani dal corpo per consentire la scarica elettrica. Però non saprei dire quante volte è successo, sono stati momenti convulsi. Dopo circa una quindicina di minuti è arrivata l’ambulanza e subito dopo, quasi in contemporanea, l’elisoccorso. Purtroppo però Manuela non ha mai ripreso conoscenza. Spero davvero di cuore che si ristabilisca presto». Le condizioni di Manuela Previtali restano gravi e ora tutto il paese si augura che la giovane donna possa riprendersi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA