Dentro la fonderia abbandonata Ecco cosa resta dopo il rave - Video
Ecco la situazione dopo il rave (Foto by Yuri Colleoni)

Dentro la fonderia abbandonata
Ecco cosa resta dopo il rave - Video

Alla ex fonderia Mazzucchelli di Calcinate dopo la notte che ha attirato oltre 500 giovani da tutta Europa.

Martedì nel capannone non c’era più nessuno. Eppure le tracce del raduno illegale a base di musica, alcol e droga e interrotto dai carabinieri domenica mattina erano più che evidenti. A partire dal cortile: decine e decine le bottiglie di birra e vino abbandonate ovunque, tra cumuli di rifiuti vari, avanzi di cibo, qualche vestito dimenticato e vetri rotti. Non è facile immaginare come fosse il clima qui l’altra notte: al buio più completo (essendo l’ex fonderia abbandonata da anni, non ci sono né acqua né corrente), decine e decine di ragazzi che si aggirano in un ambiente già di per sé pericoloso, tra calcinacci, buche e apparecchiature in disuso da anni. Ecco le immagini di Yuri Colleoni, commentate da Fabio Conti.

Siamo alle ex fonderie Mazzucchelli,a Calcinate, vicino a Cavernago. Il panorama è desolante, dentro e fuori l’enorme capannone che, tra sabato e domenica, ha ospitato l’ennesimo rave party abusivo della Bergamasca. Ecco cosa rimane.

Scene purtroppo che si ripetono con una certa frequenza negli immobili abbandonati della nostra provincia.

Oltre 500 i giovani arrivati da tutta Europa in questa struttura abbandonata testimonianza del passato industriale della nostra provincia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA