Il lago d’Endine e il rischio ghiaccio In arrivo la segnaletica di pericolo
Foto d’acrhivio

Il lago d’Endine e il rischio ghiaccio
In arrivo la segnaletica di pericolo

Monasterolo, Spinone, Ranzanico ed Endine in campo per limitare i rischi dei numerosi frequentatori del lago

«A conclusione di un percorso di confronto e approfondimento sugli aspetti legati alla sicurezza e alle normative vigenti, le Amministrazioni dei Comuni dei Laghi d’Endine e Gaiano hanno condiviso l’opportunità di predisporre per l’inizio della nuova stagione invernale una delibera di indirizzo contenente indicazioni in merito al fenomeno “lago ghiacciato” e di conseguente apposita segnaletica e cartellonistica di avviso di pericolo in occasione della probabile formazione della consueta lastra di ghiaccio invernale sulla superficie del lago». Lo annuncia un comunicato stampa congiunto dei sindaci di Endine Gaiano (Marco Zoppetti), Monasterolo del Castello (Maurizio Trussardi), Ranzanico (Renato Freri) e Spinone al Lago (Simone Scaburri). Gli stessi sindaci nei giorni scorso avevano rinunciato ad emettere la tradizionale ordinanza che vieta di camminare e pattinare sulla lastra di ghiaccio.

«Per gestire al meglio uno tra gli eventi naturalistici e paesaggistici più affascinanti della Val Cavallina, i Comuni hanno deliberato di informare la cittadinanza e richiamare l’attenzione di residenti e turisti sulla pericolosità e sui rischi connessi all’accesso, sia pedonale che con pattini, alla superficie ghiacciata del noto specchio di acqua, che ogni anno richiama moltissime persone ma che non presenta caratteristiche tali da poter garantire la sicurezza i modo uniforme e facilmente misurabile. L’obiettivo congiunto che per questo inverno si sono posti i Comuni è di promuovere una maggior consapevolezza e l’effettiva conoscenza dei rischi e dei pericoli relativi al fenomeno del ghiacciamento del lago, soprattutto in zone particolarmente delicate, maggiormente esposte al sole o caratterizzate da sorgive e immissioni di torrenti che rendono disomogenea a più fragile la superficie ghiacciata, oltre che mirare a dissuadere con maggiore efficacia l’accesso alla superficie ghiacciata. I sindaci auspicano una piena collaborazione e il dovuto senso di responsabilità da parte tutti»

© RIPRODUZIONE RISERVATA