In mille per l’addio a Gianluca «Abbiamo visto il suo amore»

In mille per l’addio a Gianluca
«Abbiamo visto il suo amore»

La comunità di Telgate si è unita al dolore dei genitori nell’addio al 21enne che ha affrontato con coraggio la malattia

Una folla silenziosa ha dato l’ultimo saluto a Gianluca Plebani, il 21enne strappato all’affetto dei suoi cari da un male incurabile. Tutta Telgate si è fermata giovedì 10 novembre per l’addio al giovane coraggioso che non è riuscito a vincere la sua battaglia contro il cancro. La terribile diagnosi è arrivata 5 anni fa, ma da quel momento Gianluca non ha smesso di lottare.

Un lungo corteo ieri ha accompagnato Gianluca dalla camera ardente allestita a casa nella parrocchiale del paese. Il feretro - coperto da un cuscino di rose bianche e dalla fotografia del ragazzo - era seguito dai genitori, mamma Katia e papà Guido, dalla fidanzata Marta, dai numerosi familiari e amici. La parrocchiale era gremita, oltre un migliaio di persone si sono unite al cordoglio per la prematura scomparsa del 21enne. Sull’altare c’erano il parroco di Telgate don Mario Gatti e il curato don Alberto Varinelli, insieme all’ex curato del paese don Luca Nessi e a don Giuseppe Bolis. Don Antonio Gamba, parroco di Gandosso e conoscente del defunto, ha ricordato la tenacia di Gianluca: «In Gianluca ho visto la semplicità nel guardare la vita per quello che è, anche quando è cruda e dura, senza fuggire in sogni irreali. Abbiamo visto la sua passione, l’amore e la tenacia». Dopo la Messa la salma è stata tumulata al cimitero.


© RIPRODUZIONE RISERVATA