Lite per la siepe, arrivano i carabinieri In casa 4 fucili e marijuana: arrestato
I carabinieri con i fucili e le piante di marijuana

Lite per la siepe, arrivano i carabinieri
In casa 4 fucili e marijuana: arrestato

San Paolo d’Argon, l’intervento dei carabinieri nella mattinata del 4 settembre. Arrestato un uomo di 56 anni per detenzione illegale di armi e coltivazione di stupefacenti.

A San Paolo d’Argon venerdì 4 settembre i carabinieri della compagnia di Bergamo hanno arrestato un uomo, 56enne del posto, per coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e per detenzione illegale di armi e munizioni, poiché trovato in possesso non giustificato di quattro fucili da caccia con relative munizioni e di una vera e propria piantagione di cannabis. Nella tarda mattinata sono stati in particolare i carabinieri della stazione di Trescore Balneario a intervenire a San Paolo, dove era stata segnalata una lite tra il 56enne e un giardiniere che stava tagliando la siepe nella casa confinante. Secondo le ricostruzioni, il 56enne avrebbe minacciato il giardiniere con un fucile: i militari hanno quindi eseguito le verifiche del caso, trovandogli in casa, su un armadio della camera da letto, quattro fucili da caccia e venticinque munizioni detenute illegalmente; nel prosieguo della perquisizione, i militari hanno inoltre trovato un vero e proprio laboratorio costituito da una serra artigianale - perfettamente funzionante - contenente otto piante di cannabis in fase di coltivazione alte circa due metri e mezzo, con il materiale necessario alla lavorazione e, nascosti in una stanza al piano terra, due contenitori in vetro contenenti liquido alcolico e foglie di marijuana, dal peso di circa quattro chili e mezzo ciascuno. Al termine dell’attività, l’uomo è stato arrestato e trattenuto presso la propria abitazione in attesa dell’udienza di convalida prevista per lunedì mattina.


© RIPRODUZIONE RISERVATA