Maxi evasione da un milione: denunciato Nei guai 50enne residente a Grumello

Maxi evasione da un milione: denunciato
Nei guai 50enne residente a Grumello

È accusato di avere evaso oltre un milione di euro in tre anni effettuando false compensazioni con crediti Irpef e Ires inesistenti.

Un imprenditore originario di Reggio Calabria e residente a Grumello del Monte, titolare di un’impresa edile con sede a Brescia, è stato denunciato dalla Guardia di finanza di Brescia che nei giorni scorsi gli ha sequestrato il capitale sociale di 10 mila euro, la casa con relativa pertinenza del valore di 70 mila euro, l’auto (una Skoda Fabia), liquidità e titoli per un valore complessivo di 110 mila euro.

Gli uomini del Gico del Nucleo di polizia tributaria hanno dato esecuzione al decreto di sequestro preventivo per equivalente emesso dal Tribunale di Bergamo nei confronti dell’uomo, un cinquantenne, amministratore unico della società. L’attività rientra nel filone d’inchiesta che l’estate scorsa aveva portato all’arresto di dieci persone accusate, a vario titolo, di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di reati tributari, riciclaggio, reimpiego di denaro di provenienza illecita, bancarotta fraudolenta, trasferimento fraudolento di valori e reati contro la pubblica amministrazione.

In manette finì anche Gezim Sallaku. il presidente del Darfo Calcio, formazione bresciana che milita in Serie D. Le indagini avevano preso avvio da tre denunce presentate nel 2011 da altrettanti imprenditori bergamaschi che erano stati minacciati da Gezim e suo fratello. In quegli anni, infatti, i due avevano cominciato la loro attività criminale come usurai ed estorsori. Le denunce erano passate per competenza dalla procura di Bergamo alla Dda di Brescia, che aveva cominciato a indagare sulla famiglia di albanesi.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola giovedì 1° settembre 2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA