Scaglia la figlia contro una vetrina Arrestato per maltrattamenti
L’uomo è stato portato in carcere a Bergamo

Scaglia la figlia contro una vetrina
Arrestato per maltrattamenti

La sera del 31 dicembre i carabinieri della stazione di Sovere hanno arrestato a Casazza Echher Kumar, 36 anni, con l’accusa di maltrattamenti in famiglia all’interno del negozio di alimentari dove ebbe origine la rissa che domenica 8 dicembre 2013 sfociò nel duplice omicidio della dottoressa Eleonora Cantamessa e di Baldev Kumar.

Secondo l’accusa, l’uomo ha minacciato la moglie, ha picchiato la figlia minorenne (scagliandola contro una vetrina) e poi ha sfasciato il negozio: tra lui e la moglie pare ci siano profonde tensioni per via della separazione in corso e nell’anno che si è appena concluso le forze dell’ordine erano già dovute intervenire molte altre volte per impedire che la situazione degenerasse. Visto che la sera del 31 dicembre Kumar ha però messo le mani addosso alla figlia, i militari di Sovere hanno fatto scattare attorno ai suoi polsi le manette ed è finito in carcere.

L’indiano Echher Kumar era già stato indagato per rissa nell’inchiesta della Procura di Bergamo sulla morte della ginecologa di Trescore Balneario con la condanna per duplice omicidio di Vicky Vicky, fratello dell’altra vittima, Baldev Kumar. Anche l’8 settembre della tragedia di Chiuduno, Echher Kumar, da anni regolarmente in Italia e residente a Casazza, gestiva insieme alla moglie il negozietto di via Nazionale, la statale 42.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 2 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA