Sull’auto con 19 cuccioli ingabbiati Due a processo per maltrattamenti
I cagnolini recuperati dalla polizia (Foto by Bedolis)

Sull’auto con 19 cuccioli ingabbiati
Due a processo per maltrattamenti

Avevano stipato 19 cuccioli di Yorkshire, Bulldog inglesi e francesi e Cavalier King in tre piccole gabbie: gabbie tra l’altro per conigli nani.

Per questo, e per aver in questo modo provocato anche la morte di uno dei cagnolini, una coppia di slovacchi si trova ora a processo per maltrattamento di animali: si tratta di J. S., 51 anni, e della sua amica N. B., 38 anni, venedì 12 febbraio non presenti in aula. In udienza, venerdì 12 febbraio, è stato sentito il veterinario che, dopo la scoperta del caso, si era occupato di visitare e prestare le prime cure ai cuccioli: «Gli animali erano sofferenti, sottoposti a stress eccessivo. Uno di loro - è emerso in aula - non è riuscito a riprendersi dallo sforzo subito, è morto pochi giorni dopo».

Il fatto contestato risale al 18 maggio 2012, sull’autostrada A4 nella zona di Grumello del Monte: una pattuglia della polstrada di Seriate aveva fermato per controlli di routine l’auto condotta dal 51enne slovacco. Durante il controllo dei documenti, i militari si erano accorti della presenza di tre gabbie di piccole dimensioni con parecchi cuccioli all’interno che guaivano e si lamentavano: 19 in tutto, pigiati in condizioni estreme e visibilmente provati.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 13 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA