Troppi incidenti, limite cittadino a 30 km/h
Il Codacons presenta esposto in Procura

Il presidente del Codacons, Marco Donzelli, dopo il grave incidente che si è verificato a Strozza ripropone il tema della necessità di limitare la velocità dei centri abitati a 30 km orari.

Troppi incidenti, limite cittadino a 30 km/h Il Codacons presenta esposto in Procura
L’incidente di Strozza nel quale un ciclista è rimasto gravemente ferito

Donzelli si riferisce al recente caso del ciclista rimasto gravemente ferito dopo essere stato investito mentre era in sella alla sua bici da corsa da un’auto che si è poi ribaltata. L’incidente si è verificato a Strozza, in Valle Imagna. Sono rimasti feriti anche i due occupanti dell’auto, che si è capovolta. Il ciclista è stato soccorso con l’elicottero del 118 ed è in serie condizioni all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

«Il problema è grave perchè ripetuto nel tempo senza soluzione di continuità - spiega iDonzelli -. I dati sulle morti sono preoccupanti: nel 2018 sulle strade della Lombardia sono morte 140 persone, con un aumento del 33% sul 2017, in 123 incidenti, cresciuti del 24%. Nonostante queste premesse i nostri appelli sembrano cadere regolarmente nel vuoto: limite cittadino a 30 km/h e sistema di frenata assistita obbligatorio».

Per quanto descritto, l’associazione depositerà esposto alla Procura della Repubblica e si costituirà parte offesa nell’instaurando procedimento penale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA