Albino, in tilt il riscaldamento nelle scuole
In aula 14 gradi. Il Comune chiede i danni

Disagi nell’istituto comprensivo di Comenduno, ma non solo. Coinvolti 1.500 alunni fra i 3 e i 14 anni. Diffida dell’amministrazione Terzi contro la società che gestisce il calore: «Non garantito il servizio minimo».

Albino, in tilt il riscaldamento nelle scuole In aula 14 gradi. Il Comune chiede i danni
Le scuole di Comenduno tra le più colpite dai disagi
(Foto di Foto Persico)

La giornata più nera? Il 25 novembre scorso, quando la temperatura nelle aule è scesa a 14° e gli alunni hanno seguito le lezioni con sciarpa e giacca. Guasto improvviso all’impianto di riscaldamento? No, era finito il cippato, il legno tritato che si usa per produrre calore. «Ma i disguidi sono all’ordine del giorno, e ogni volta hanno motivazioni diverse. Magari il riscaldamento va per qualche ora, poi non funziona, oppure non raggiunge le temperature minime. Va avanti così da fine ottobre», spiega Veronica Migani, la direttrice dell’istituto comprensivo di Comenduno di Albino.

E non è un disagio da poco: trattasi di nove plessi, con 1.500 alunni che vanno dai 3 ai 14 anni. Come vestirsi ogni mattina è diventato un terno al lotto, per non parlare dei malanni di stagione dietro l’angolo. «Alcuni plessi sono più coinvolti, altri meno, è una situazione a macchia di leopardo che si trascina già dall’anno scorso. Abbiamo segnalato la situazione al Comune e stiamo valutando anche se rivolgerci all’Asl, visto che i disagi riguardano la scuola dell’infanzia, la primaria e la secondaria», aggiunge Migani.

All’origine del disservizio c’è la gestione del calore affidata dal Comune a una società esterna, con la quale l’amministrazione Terzi è ormai ai ferri corti. Dopo le telefonate di fuoco dei giorni scorsi, ora si è arrivati alla resa dei conti. L’assessore ai Lavori pubblici Cristiano Coltura (che oggi effettuerà un sopralluogo con l’ufficio tecnico per il controllo diretto delle temperature nei diversi plessi scolastici) conferma che «le segnalazioni dei disservizi sono diffuse, non riguardano solo l’istituto comprensivo di Comenduno, ma anche altre scuole del territorio. Per questo ci siamo attivati con la società che gestisce il calore».

Per ora sarebbe scongiurata la sospensione temporanea delle lezioni, visto che giovedì le temperature erano salite a 19°. «Qualsiasi provvedimento di chiusura, anche temporaneo, andrà ponderato e deciso in accordo con la direzione scolastica», precisa l’assessore Coltura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA