«C come casa», parte il progetto A Parre ragazzi disabili in autonomia
La nuova sede della casa residenziale della Cooperativa Sottosopra a Sant’Alberto di Parre

«C come casa», parte il progetto
A Parre ragazzi disabili in autonomia

Sabato 27 febbraio verrà inaugurata la sede e la casa residenziale per persone con disabilità realizzata dalla Cooperativa Sottosopra. Un progetto per 10 persone costato un milione e 300 mila euro.

Ultimata a Sant’Alberto di Parre, località Grumella , la nuova casa residenziale «C come Casa» per persone con disabilità, edificata dalla Cooperativa Sottosopra. L’inaugurazione, è fissata per sabato 27 febbraio,a partire dalle ore 10.

Per edificare la struttura , che diverrà anche sede della Cooperativa, si sono spesi un milione e 300 mila euro, somme raccolte con iniziative varie e grazie ad un finanziamento regionale Frim, a tasso agevolato. La cooperativa – presidente Silvana Catania e direttore Stefano Pedrocchi - svolge le sue mansioni nel campo della disabilità,dell’area minori e del turismo sociale.

All’interno della moderna e funzionale struttura, oltre alla sede della cooperativa e alla comunità residenziale in grado di ospitare almeno 10 ospiti, si sono realizzati due appartamenti: uno per consentire a persone con disabilità di sperimentare percorsi di vita autonoma, l’altro per giovani del territorio che intendono dedicare un poco del loro tempo alla Comunità e ai suoi ospiti. Vi è anche uno spazio in grado di ospitare altra cooperativa sociale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA