Centomila visitatori sotto la Presolana Mercatini da record in Valle Seriana
I mercatini di Natale a Castione (Foto by Giuliano Fronzi)

Centomila visitatori sotto la Presolana
Mercatini da record in Valle Seriana

Nove giorni di pienone, alberghi e case pieni. Comitive da Milano e dalla Bassa. Si replica nel prossimo weekend.

Con oltre centomila visitatori che hanno raggiunto Castione della Presolana nei primi quattro week-end di apertura dei Mercatini di Natale, ovvero in nove giorni, è già battuto il record stabilito nel 2017, che aveva fatto registrare novantamila visitatori. Una continua crescita, che in diciassette edizioni ha portato i mercatini ai piedi della Regina delle Orobie ad essere i più visitati della Provincia e tra quelli consigliati dai più noti portali, affiancati ai più famosi del Trentino e Veneto. E manca ancora all’appello il bilancio del prossimo weekend: sabato e domenica saranno gli ultimi giorni di apertura.

«Siamo molto soddisfatti – commenta la presidente di Visit Presolana Alessandra Motta – abbiamo ricevuto commenti positivi sia dai visitatori sia dagli espositori che hanno confermato una crescita di presenze già dal primo week-end di apertura. Abbiamo investito molto in pubblicità in tutta la regione e in particolare tra la Bassa bergamasca e Milano». «La scorsa settimana abbiamo avuto in visita due pullman di turisti da Roma e uno da Piacenza e tante le telefonate ricevute all’ufficio turistico da camperisti e da gruppi – spiega Simon Barzasi, vicepresidente di Visit Presolana – questo week-end c’è stato un boom di visitatori oltre ogni aspettativa, tantissime persone, soprattutto sabato. La scelta di allargare a Castione con il Borgo degli Antichi Mestieri è stata un successo, apprezzato anche dalla gente. É piaciuto anche il nuovo allestimento per il Villaggio di Babbo Natale e laboratori con gli elfi. Sono oltre 500 le letterine consegnate a Babbo Natale nella sola giornata dell’Immacolata e nel week-end oltre 1.500 passeggeri per il Trenino della Presolana; numeri significativi e che si sommano a quelli dei precedenti quattro weekend».

Cuore pulsante dei mercatini il piazzale Donizetti di Bratto, con le trentacinque casette di legno che ospitano gli artigiani e le loro creazioni di qualità che si aggiungono alle quattro presenti nel centro storico di Castione, tanti gli espositori della provincia di Bergamo e alcuni anche da fuori provincia come Silvana Gilardoni di Bellagio (Como) che realizza meravigliose palle in vetro soffiato, decorate a mano. «Questa è la mia sedicesima edizione (su diciassette) ai mercatini di Castione della Presolana – commenta Silvana – sabato, giorno dell’Immacolata, era presente per una dimostrazione anche l’artigiano che realizza le palle in vetro soffiato a bocca, creazioni uniche, che poi vengono decorate a mano. Anche negli anni della crisi, ho continuato a credere in questi mercatini scegliendo ogni anno di essere presente solo qui, a Castione della Presolana, dove molti clienti vengono a trovarmi ogni anno per acquistare un regalo, per nuove decorazioni per l’albero e per ritirare “la palla dell’anno” che mi piace donare a chi ha effettuato un acquisto importante. E tra i visitatori gente da Milano (tantissimi), Roma, Piacenza, Crema e Cremona e molte altre località».

Davanti allo stand di Simona una fedelissima cliente, Edda Colla, di Milano ma residente a Dorga da 10 anni: «Ciò che rende speciale i mercatini sono gli “abitanti” delle casette, ovvero gli artigiani sempre molto disponibili e con prodotti originali. Ciò che potrebbe differenziare questi mercatini è spronare gli espositori a mostrarsi mentre sono intenti a realizzare i propri prodotti». E sbirciando tra gli stand alcuni artigiani sono intenti a cucire, a dipingere, e a ultimare le creazioni prima di collocarle nella casetta, come Claudio Suardi di «Fantasie dei presepi» di Nembro le cui lanterne con presepe in questi giorni sono andate a ruba. «Siamo molto soddisfatti, il week-end è stato un successo con tantissimi visitatori interessati, abbiamo infatti venduto tutte le lanterne – spiega Suardi, alla sua seconda partecipazione – la nostre lanterne sono realizzate con pezzi legno e corteccia di betulla raccolta da piante morte, le statuette vengono da un’azienda di Bolzano e poi nelle grandi lanterne inseriamo anche luci led». Un hobby per Claudio, che nella vita fa il magazziniere in un’impresa edile di Nembro. «Iniziamo a prepararci già da agosto – racconta, accompagnato da moglie e figlie –. Partecipiamo a diversi mercatini, ci è piaciuta l’atmosfera che si respira qui e ci siamo trovati bene».

Tra gli espositori anche aziende agricole come la «Azienda San Faustino» della famiglia Bonomi dalla Valle Camonica: «La gente cerca e apprezza la qualità dei prodotti e molti ritornano anche nei week-end successivi» commentano. Tutto esaurito anche negli alberghi e forte richiesta anche per gli appartamenti.«Anche se negli alberghi per l’80% hanno soggiornato solo una notte, siamo molto soddisfatti – commenta Christian Messa presidente di Presolana Holidays – bene anche le prenotazioni per Natale e Capodanno».


© RIPRODUZIONE RISERVATA